Donne in quota

Al Presidente

All’Amministratore Delegato

Al Direttore generale

Al C.d.A.

Al Direttore Marketing

Al Vice direttore Marketing

Ai Direttori di rete

Rai Uno

Rai Due

Rai Tre

RAI

Leggi tutto: Opinionisti e opinioniste in Rai. E’ ora di cambiare

AGGIORNAMENTO DEL 26 MAGGIO 2020

#RaiDonneCarriereDifficili

Il 13 maggio Donatella Martini, presidente di DonneinQuota, ha lanciato su FB l’ashtag #Raidonneaipostidicomando.
Il 14 maggio, nella vigilia del CdA della Rai convocato dall’AD Salini sulla proposta di nomine ai vertici, DonneinQuota e Rete per la Parità hanno scritto alla RAI una lettera sostenendo la possibile nullità di un pacchetto di nomine al maschile (sul quale sembrava essere stato raggiunto un accordo a livello politico), nella speranza che questo potesse provocare un ripensamento.

Leggi tutto: Lettera alla RAI: nomine per la parità di genere

Aggiornamento del 22 gennaio 2020

#Sanremo #SessismoinRai #PariDignitaaConduttricieConduttori #NoTrapper

A seguito della lettera di protesta inviata alla Rai il 17 gennaio u.s., Donne in Quota e Rete per la Parità hanno avuto ieri un incontro in Rai a Roma che ha avuto un esito incoraggiante.

Le nostre richieste erano tre:

- smentita delle dichiarazioni sessiste di Amadeus
- riequilibrio dei ruoli delle co-conduttrici
- attenta valutazione degli ospiti invitati

Le risposte della Rai sono state:

Leggi tutto: Festival di Sanremo 2020 - Dichiarazioni inaccettabili di Amadeus

Pubblichiamo la risposta del Presidente della Rai, Marcello Foa alla nostra lettera del 17/1.
Non abbiamo invece ricevuto nessuna notizia dal Direttore Generale della Rai, Fabrizio Salini, che - al contrario del Presidente - ha le competenze per rispondere.
Come mai?
Grazie

Donatella Martini

DonneinQuota

cell. 3356161043

Leggi tutto: Oltre SANREMO. Necessaria e urgente la riforma della RAI. DonneinQuota e Rete per la Parità...

BOICOTTIAMO MISS ITALIA

Oggi, 6 settembre, alle 21 non guardare Rai 1: torna Miss Italia dopo 6 anni di assenza. Mentre in tutto il mondo le donne abbattono disparità di genere e sessismo, mentre contrastano  molestie e violenza maschile, la Rai riporta in palinsesto Miss Italia, un concorso antistorico e zeppo di tutti quegli stereotipi dai quali le donne vogliono affrancarsi.

Con una decisione presa da non si sa chi, senza alcun passaggio formale in CdA e con la maggioranza contraria, la passerella dei corpi femminili viene riproposta nella tv pubblica, in aperto contrasto con il Contratto di Servizio Pubblico 2018-2022.

Leggi tutto: BOICOTTIAMO MISS ITALIA - #NoMissItaliaInRai

Sottocategorie

subscribe-button

 

 

 

Logo CG