Donne in quota

Donne in pubblicità: il caso Milano e la delibera che fa discutere - Il Fatto quotidiano del 7 ottobre 2013

E’ una vicenda che può sembrare marginale, e siccome riguarda in parte alcune parole usate in una delibera comunale, e in parte i metodi con cui si prova a ricostruire un tessuto democratico fortemente compromesso ci sarà chi penserà: “Ecco, si va a pescare il pelo nell’uovo”, oppure: “Ci sono cose ben più importanti e urgenti”.

E’ sempre così, specie quando della politica, in Italia, si occupano le donne. Ma se in tante, e diverse, a Milano si stanno appassionando, discutendo animatamente e confliggendo su due parole usate in un documento pubblico, allora forse è il caso di soffermarsi a ragionare sul perché.

Leggi tutto: Monica Lanfranco sulla delibera del Comune di Milano

Donne e pubblicità: l'anonimo milanese su Arcipelago Milano del 9 Ottobre

Care amiche che avete sottoscritto l’articolo: “Donne, pubblicità, normalità …” apparso su ArcipelagoMilano del 2 ottobre. Ringraziandovi per l’interesse verso il lavoro e l’impegno di questo Consiglio Comunale che ha, in poco tempo, approvato alcune delibere di “civiltà” (Istituzione del Registro delle Coppie di Fatto – Dichiarazioni di fine vita – Impegno contro la pubblicità sessista), voglio chiarire alcuni equivoci presenti nel vostro scritto.

Leggi tutto: risposta di Anita Sonego al nostro articolo su Arcipelago

Lentamente i risultati cominciano ad arrivare!!! Anche DONNEINQUOTA fa parte dell'appello Donne e Media


Key4biz dd. 24.09.2013
Rai, Tarantola: ‘Basta trash. Maggior rispetto della donna sulla Tv pubblica’
Il presidente della Rai ha spiegato che nel pomeriggio di Rai1 ci sarà meno cronaca e gossip, per dar spazio alle eccellenze italiane e ai problemi legati a lavoro, salute, diritti civili e pari opportunità.

Leggi tutto: Anche Donneinquota nell'Appello Donne e Media

DONNE, PUBBLICITÀ, NORMALITÀ: L’INUTILE LEGGEREZZA DELLE PAROLE DI UNA DELIBERA

articolo firmato da: Paola Ciccioli, Antonella Coccia, Mariagrazia Ghezzi, Donatella Martini, Adriana Nannicini apparso su Arcipelago Milano del 2 ottobre. Stupore e una cascata di domande preoccupate. Questo ha generato il secondo punto della Delibera del Comune di Milano del 28 giugno su: “Indirizzi fondamentali in materia di pubblicità discriminatoria e lesiva della dignità della donna” in cui si legge che sono considerati “messaggi incompatibili con

Leggi tutto: Donne, pubblicità, normalità: l'inutile leggerezza delle parole di una delibera

A quanto pare, con la nuova stagione televisiva, vedremo spuntare due bei ragazzi al posto delle consuete veline.

E così Mediaset dopo decenni di tette e culi femminili pensa di accattivarsi le nostre simpatie mercificando l'immagine maschile.
Non ci siamo, mal comune sarà anche mezzo gaudio ma non è a questo modo che si costruisce una società migliore.

Leggi tutto: Velini maschi a Striscia la Notizia come patetico cambio di rotta

Sottocategorie

subscribe-button

 

 

 

Logo CG