Donne in quota

19.09.2013

Marilisa D'Amico, Ordinario di Diritto Costituzionale all'Università degli Studi di Milano nonchè amica di tante battaglie sulla democrazia paritaria e coordinatrice del corso "Donne, Politica e Istituzioni" che le fondatrici di DonneinQuota hanno frequentato all'Università degli Studi di Milano nel 2006, è stata nominata ieri al Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa.

Congratulazioni!!!

Ricordiamo che in questo organo le donne sono 4 su 15.

Qui di seguito l'intervista fatta insieme alla Rete delle reti femminili.

se la Ministra Idem avesse potuto continuare il suo lavoro la faccenda siamo certe sarebbe andata diversamente!
Politica femminile Italia: Maria Cristina Guido: il ddl contro il femminicidio misura frettolosa...

http://politicafemminile-italia.blogspot.it/2013/08/maria-cristina-guido-il-ddl-contro-il.html

"Alcuni spunti sembrano interessanti e rispondono senza dubbio alla gravità che casi accaduti nei mesi scorsi hanno evidenziato: l'inasprimento della pena nei casi di 'violenza assistita', il permesso di soggiorno alle donne straniere vittime di violenza, l'aggravante per chi compie violenza su donne in gravidanza." Siamo completamente d'accordo!!!

 

Al Presidente del Consiglio, Enrico Letta
Alla Vice Ministra con delega alle Pari Opportunita Cecilia Guerra

e per conoscenza
a tutte le Ministre e alle elette in Parlamento

02.07.2013

Dando il benvenuto alla nuova delegata alle Pari Opportunità, desideriamo sottoporre al Presidente del Consiglio alcune riflessioni.

Leggi tutto: Lettera al Premier Enrico Letta e alla Vice Ministra Cecilia Guerra

L'Accordo Comune per la Democrazia Paritaria, di cui fanno parte circa 50 associazioni femminili tra cui DonneinQuota, scrive al Presidente della Repubblica

01 agosto 2013

Al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Illustre Presidente,
nel prossimo mese di settembre dovrà essere nominato un nuovo Giudice Costituzionale per la scadenza naturale di un mandato.

Leggi tutto: Accordo Comune per la Democrazia Paritaria: Nomina nuovo giudice alla Corte Costituzionale

Nel giro di 2 giorni non solo è stata affondata Josefa Idem, ma 5 minuti dopo è stato mandato a picco anche il suo ministero, che includeva una già asfittica delega alle "pari opportunità". Le sue deleghe, infatti, sono state"redistribuite" qua e là, ad altri ministeri già esistenti - e specie lo sport, con tutti i suoi lucrosi affari, è ora meglio sotto controllo.

Come in tutte le sequenze entropiche, di governo in governo (e di scippo in scippo), anche questa volta la qualità delle deleghe (già scarsa) ha perso in potenzalità ed efficienza (il processo è sempre inverso quando l'efficacia si riferisce a far ballare soldi che finiranno in tasche private, ovviamente). C'è da dire che la nuova delegata alle P.O. (la viceministra Cecilia Guerra) è molto brava, speriamo solo che vorrà adottare la stessa linea dell'ascolto dal basso già inaugurata da Idem, e riprendere il filo di quanto già si stava facendo.

Leggi tutto: Chiediamo un vero Ministero alle Pari Opportunità

Sottocategorie

subscribe-button

 

 

 

Logo CG